IL PENE E IL COLTELLO DA CUCINA PIU’ FAMOSI DEL MONDO

Diventano il centro della cronaca mondiale nella notte del 23 giugno del 1993.
Si tratta della famiglia Bobbitt. Lei è
 Lorena, una giovane di 23 anni originaria dell’Ecuador. Lui è John, un ex-marine, con passione per l’alcol e per una vita senza regole. Quella notte, il marito rincasa a notte fonda come da sua abitudine e, dopo aver abusato di lei, si addormenta come se non fosse accaduto nulla. Lorena, ormai stanca delle sue continue violenze domestiche, lo evira  con un coltello da cucina e fugge immediatamente con la sua auto. Durante la fuga Lorena viene presa dal panico, e lancia il pene di John dal finestrino. La polizia locale, dopo un'accurata ricerca, recupera il pene che sarà riposizionato su John dopo un lungo intervento chirurgico di dieci ore.
Nel 1997, il processo contro Lorena si conclude con l’assoluzione della donna per temporanea infermità mentale dovuta ai continui abusi di cui è stata vittima. La corte, per Lorena, si limita all'obbligo di una permanenza di 45 giorni in un ospedale psichiatrico.
Questo episodio fa il giro del mondo, dando ai due coniugi di un’improvvisa popolarità. I due cominciano così a frequentare separatamente talk show e salotti televisivi. John divenne anche protagonista di film per adulti, come il celebre “John Wayne Bobbitt: uncut”.
Il loro matrimonio finisce con il divorzio. Lorena apre un negozio di parrucchiera e si fidanza con Dave Belling dal quale ha avuto una figlia. Si impegna nel sociale e fonda un’associazione, "Lorena’s Red Wagon", una raccolta di fondi da destinarsi a tutte le donne vittime di violenza domestica.
Mentre John diventa un predicatore, ma poi l’uomo viene arrestato prima per truffa e poi nuovamente per violenza domestica nel 2003.
16 anni dopo il fatto, John, si scusa con la moglie per le passate violenze infertele in una trasmissione televisiva.

Franco Bardelli