LE DONNE NELL’ESERCITO

La sua nascita risale al 1861 come Regio Esercito in occasione dell'unità d'Italia. Nel 1946, dopo la Nascita della Repubblica Italiana, assume la denominazione attuale.
Attualmente è la componente principale e più antica delle quattro forze armate italiane, assieme alla Marina Militare, all'Aeronautica Militare e all'Arma dei Carabinieri, tutte dipendenti dal capo di stato maggiore della difesa ed inserite nel Ministero della Difesa. 
Dopo la seconda guerra mondiale, per politica internazionale l'Esercito Italiano partecipò a varie missioni di pace per l'ONU o la NATO, come ad esempio la missione Ibis in Somalia cominciata nel 1992 nell'ambito della missione UNITAF o l'UNMIBH in Bosnia ed Erzegovina, durata dal 1995 al 2002.
Il 20 ottobre del 1999 viene permesso alle donne l'arruolamento nell'Esercito Italiano (EI). 

Nel 2005, accetta la sospensione del servizio militare obbligatorio, che per anni aveva costituito la sua ossatura fondamentale.